Qualità della vita, a Milano lo scettro di miglior città d’Italia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

qualità della vita 2018: milano trionfa

La qualità della vita, a Milano? Considerando che Milano si è posta in vetta alla classifica delle città dove si vive meglio in Italia, diremmo ottima!

Milano si piazza per ben sette volte su 42 nei primi tre posti negli indicatori di benessere stabiliti.

A decretarlo è il Sole 24 Ore che, come ogni anno, ha stilato la classifica delle città con il miglior tasso di vivibilità.

Milano, per la prima volta nella storia, si aggiudica il primo posto.

Secondo gli studi svolti nel corso dell’ultimo anno, la qualità della vita a Milano sarebbe notevolmente migliorata, nonostante i problemi legati alla sicurezza e alla criminalità.

Inoltre, si sta lavorando da tempo alla Green Revolution a Milano: entro il 2030 saranno piantati 3 milioni di alberi e ogni nuova costruzione o riqualificazione deve prevedere degli spazi verdi.

Il sindaco della metropoli Giuseppe Sala si mostra entusiasta ed estremamente orgoglioso dei suoi cittadini:

“Il merito è dei milanesi, il mio è minimissimo”.

Sono queste le parole del primo cittadino della neo capitale della qualità della vita.

Seguono Bolzano e Aosta, mentre la vincitrice del 2017Belluno, si piazza al quarto posto.

La classifica è stilata in base a sei aree tematiche:

  1. Ricchezza e Consumi;
  2. Affari e Lavoro;
  3. Ambiente e Servizi;
  4. Giustizia e Sicurezza;
  5. Demografia e Società;
  6. Cultura e Tempo Libero.

Fanalino di coda, purtroppo, è Vibo Valentia (Calabria), seguita dalle pugliesi Foggia Taranto.

Guadagna notevoli posti in classifica Napoli; ma anche Venezia Torino.

Resta sulle sue la capitale, Roma, che non va oltre il 21esimo posto, nonostante sia notevolmente cresciuta nel settore Cultura e Tempo Libero.

La schiacciante vittoria del capoluogo lombardo ha sorpreso la penisola e, in particolar modo, gli stessi milanesi.

Sebbene, infatti, la città sia maldestramente organizzata dal punto di vista della lotta alla criminalità (normale, considerandone le dimensioni!) e all’inquinamento, trionfa non solo come capitale della finanza e dello shopping, ma anche come qualità della vita.

Qualità della vita 2018

qualità della vita a milano: la rivalsa

Per anni, infatti, Milano ha tentato di conquistare il podio, ma invano.

Nell’ultimo anno, invece, i cittadini si sono mobilitati con un unico obiettivo: migliorare la qualità della vita, a Milano.

Uno scopo non semplice da realizzare, se consideriamo le numerose e serie difficoltà che una città grande come Milano è costretta ad affrontare ogni giorno.

Tuttavia, grazie ai numerosi progetti che abbracciano numerose tematiche della quotidianità cittadina, il capoluogo lombardo ha raggiunto il suo obiettivo.

Una situazione completamente opposta, invece, la ritroviamo al Sud.

Sebbene alcuni centri come Bari Catania abbiano guadagnato delle posizioni meno svantaggiose rispetto agli anni precedenti, la situazione resta precaria.

Il grande divario socio-economico tra Nord e Sud, persiste, dunque.

La qualità della vita, a Milano, migliora e, con essa, quelle delle città limitrofe.

Sebbene il risultato sia stato eccezionale, non mancano le critiche che, tuttavia, non destabilizzano il sindaco Sala, intervenuto alla presentazione della fiction RAI “La compagnia del Cigno“. Il primo cittadino afferma, infatti:

“Siamo consapevoli che il lavoro non è finito. Il tema della sicurezza, è un tema come in tutte le grandi città, grandi e ricche, dove la criminalità si raduna e dove si denuncia molto. È anche vero che Milano si deve confrontare con le città internazionali e quindi anche per questo abbiamo ancora molto da fare”.

ma… perché milano?

Lo studio svolto dal Sole 24 Ore si basa su un’attenta analisi delle suddette sei macro-aree.

La qualità della vita, a Milano, è notevolmente migliorata grazie, soprattutto, a un sistema economico-finanziario degno di nota.

Milano è prima per depositi bancari pro capite e per consumi medi in beni durevoli da parte delle famiglie milanesi.

Tale successo, le ha anche garantito la nomina di migliore smart City, guadagnandosi il premio del iCityrate del Forum Pa, e non finisce qui…

Il suo statuts economico trae benefici anche nel settore immobiliare, è infatti seconda in classifica nei prezzi della vendita di case, ma ultima nel prezzo degli affitti.

La qualità della vita, a Milano, dunque, migliora progressivamente in molteplici settori, fino all’occupazione giovanile e adulta.

Il tasso di disoccupazione, infatti, nonostante la crisi economico-lavorativa è leggermente diminuito.

Altra medaglia la valore per Milano è, sicuramente, la cultura, specie in ambito teatrale.

Va detto, però, che gli studi svolti dal punto di vista economico-sociale abbracciano più dimensioni, per questo le varie province, seppur vicine, appaiono spesso distanti nel risultato finale.

Se, per esempio, consideriamo il settore Ricchezza e Consumi, a parte Milano, è il Nord-Est d’Italia ad avere la meglio.

Affari e Lavoro? Il centro Nord si presenta come il pioniere delle penisola.

Il Nord-Est, ancora, primeggia nel settore Ambiente e Servizi.

Il Sud, invece, sebbene sia penalizzato in quasi tutte le sei macro-aree, esulta un flebile grido di giubilo nel settore Demografia e Società.

E la leggendaria bella Italia dove la troviamo?

Roma, Firenze Rimini sono al top nella sezione Cultura e Tempo Libero, un gran bel risultato anche questo!

 

More to explorer

salone-del-mobile-2019

Milano: Salone del Mobile 2019

Riapre il Salone del Mobile 2019!

Oltre 1500 espositori pronti a dare un nuovo contributo al design, alla tecnologia, alla flessibilità e alla sostenibilità.

Fotografo lauree Milano

SOS FOTOGRAFO LAUREA! Fotografo lauree Milano è il fotografo professionista che immortala il giorno più…

Chiudi il menu